Il Cantiere Art Gallery: un cocktail a regola d’arte

Incastonato tra una serie di capannoni sulla strada che collega la città di Treviso e la cittadina di Lancenigo (precisamente a Villorba), sorge un luogo incantato e incantevole che attira l’attenzione del curioso visitatore con un enorme insegna colorata e altalene adornate di fiori.

Oggi, come un’impaziente Alice che si appresta alla tana del Bianconiglio, andiamo a scoprire il nuovo Paese delle Meraviglie per l’arte contemporanea, ovvero il Cantiere Art Gallery.

L’idea della creazione di una particolare galleria d’arte dai toni bohemiens nasce dalla mente di tre amici – Davide Vanin, Marco Negrato e Matteo Savio – che decidono di raccogliere le loro molteplici idee e indirizzarsi su tre parole chiave: arte, sogni e…drink.

Ecco che con una formula ponderata, miscelata e ben equilibrata riescono a sistemare un vecchio capannone industriale di 400 metri quadrati, modernizzandolo e rendendolo un confortevole loft dove arte, vini scelti e cocktail elaborati, accompagnati da buon cibo, si incontrano e dialogano con il visitatore, che in questo ambiente può trovare un momento di stacco, immergendosi in un mondo fantastico. Un progetto che vede la sua inaugurazione nel Marzo del 2018.

©Il Cantiere Art Gallery

Oltre alla soglia d’ingresso, lasciandosi alle spalle le panchine fiorite, si subentra immediatamente in un atrio cosparso d’arte in cui una serie di statue e installazioni emergono da una sorta di bosco composto da luci e lampade. In fondo, un enorme specchio che leggermente accenna all’ambiente successivo, lasciandoci solo pregustare ciò che vedremo.

Continuando a cadere nella tana, inoltrandoci sempre più all’interno e girato l’angolo, ecco che si apre l’enorme spazio adibito a zona espositiva. A destra l’elegante bancone e zona bar e davanti l’intero e alto capannone adornato come un salotto dei cabarets parigini di fine 800, con divanetti e tavoli dai differenti e raffinati designs. Tutto attorno e su ogni parete sono esposte molteplici opere d’arte di diversi autori.

La volontà primaria della galleria è quella di dar spazio a importanti artisti e a giovani emergenti nel mondo del mercato artistico; dar loro un’opportunità di visibilità che permetta anche di acquistare – su previo accordo – le singole opere esposte. Ogni porzione di parete e ogni metro di spazio è suddiviso equamente in modo da dar spazio a ogni interprete con il suo stile particolare e unico, in un ciclo di mostre temporanee che durano circa un paio di mesi, alternando spettacoli performativi.

In una formula di “eat me” e “drink me”, ci si siede sui divanetti e si divora con gli occhi le bellezze esposte attorno, sorseggiando in tranquillità il cocktail ordinato.

©Il Cantiere Art Gallery

Le meraviglie non terminano qui. Visibile oltre una porta in vetro, quasi come nel romanzo “Il Giardino Segreto”, lo stabile ospita un piccolo cortile sul retro, dove fiorisce l’immaginazione e la creatività di chiunque voglia abbandonarsi all’estro artistico. Vengono messi a disposizione pennelli e vasi di vernice che divengono strumenti per tracciare sui muri circostanti la propria fantasia. In una luce suffusa, il cortile sembra quasi una tela di Basquiat, in cui si mescolano colori, parole e immagini, in un’enorme opera collettiva che si è realizzata strato su strato e dove ogni centimetro è stato decorato, lasciandoci solo ipotizzare quante mani siano passate tra quelle pareti e quante ancora ne passeranno e lasceranno la loro testimonianza.

©Il Cantiere Art Gallery

Luogo di contemplazione e di chiacchiere, ma anche luogo d’incontri e di eventi in cui l’ospite ha la possibilità di richiedere una piccola saletta anche per occasioni più o meno personali: la casa del Cappellaio Matto a disposizione delle curiose richieste di Alice.

Una galleria che coinvolge un vecchio ambiente industriale e lo ritrasforma attraverso l’arte e l’artigiano italiano: un cocktail che ha come ingredienti una base di modernità, una di tradizione e una spruzzata di vintage. Una formula ottimale per lanciare un buon distretto culturale, che riqualifica uno spazio urbano rimasto chiuso e inutilizzato per moltissimi anni.

In conclusione, che cosa si può aggiungere se non il caldo consiglio di andare a dare a una sbirciata a questo posto incantato.

Info:

Viale della Repubblica 5
31020 Villorba, TV

https://cantieregallery.com/#!/main

https://www.facebook.com/ilcantieregallery/

Lascia un commento