Avengers: Endgame – le nostre impressioni totalmente spoilerfree

Metà dell’universo sterminato con uno schiocco di dita e non abbastanza tempo per piangere i compagni caduti. Il pubblico aveva lasciato in questo modo i pochi terrestri graziati dall’imparziale ecatombe di Thanos, quando si trovava in sala per assistere alla proiezione di Avengers: Infinity War (che abbiamo anche noi affrontato in una recensione senza spoiler ai tempi). Il 24 aprile, a esattamente un anno di distanza, arriva in Europa la partita finale che va a concludere un ciclo del Marvel Cinematic Universe, Avengers: Endgame. La pellicola, benché sia la più lunga in fatto di durata rispetto alle precedenti, scorre piacevolmente e non fa pesare le tre ore piene lungo le quali vengono raccontate le vicende, grazie anche a una narrativa ben strutturata. Senza ombra di dubbio, con l’espediente utilizzato, i fratelli Russo riescono a dosare il focus riservato ai vari protagonisti dedicando il giusto tempo a ciascuna delle vicende presentate (come era stato fatto già con il precedente capitolo). A livello introspettivo, ai personaggi viene lasciato lo spazio per affrontare le proprie questioni in sospeso. La minaccia però incombe, viene più volte ricordata la posta in gioco e questo contribuisce a creare nello spettatore un senso di tensione continua, ammorbidita da un ben gestito comic relief che non spezza l’attenzione. Tutto questo pone lo scontro decisivo come il culmine di un climax creato e mantenuto lungo tutto il film.

A livello tecnico ci troviamo davanti ad un film con limitate sbavature: fotografia e regia reggono il ritmo incalzante delle scene d’azione, la computer grafica non è invasiva e la colonna sonora calza in maniera distintiva vari contesti legati all’ambientazione. I riferimenti ai capitoli precedenti contenuti nella pellicola alimentano la continuità narrativa all’interno del MCU, senza risultare forzati o ridondanti, ma anzi integrando in maniera organica elementi sia vecchi che nuovi delle trame dei capitoli precedenti.
 Anche se non risulta essere una fine nel vero senso della parola, Avengers: Endgame pone ugualmente un punto fermo a parte delle vicende facenti parte l’arco narrativo iniziato undici anni fa. A questo punto, a noi come anche a tutti gli altri appassionati Marvel, non resta altro che tirare le somme di quanto visto finora e aspettare il prossimo Spiderman: Far from Home per scoprire cos’altro ha in serbo il MCU.

A cura di Carlo Lucca, la Salamandra, Nicola Savio e Alessia Zannoni, la Tartaruga

Lascia un commento