Cosa succederebbe se De André si mettesse a fare musica trap?

Un De André come non lo abbiamo mai sentito

Cari amici bradipi, mi rendo conto che gli articoli che ho scritto recentemente sono stati sempre estremamente seri e professionali, tra recensioni e riflessioni elaborate su vari artisti… manco mi pagasse qualcuno. Quindi niente: stavolta vi beccate qualche mio breve pensiero scemo su un fenomeno musicale che ultimamente sta facendo letteralmente esplodere Youtube Italia! Una roba talmente delirante e fuori dal mondo da farmi ancora chiedere se è la cosa più geniale che abbia visto da qualche anno a questa parte, o la più cretina. Sto parlando ovviamente di quel pazzo scatenato di Gab Loter, in arte The André, e delle sue cover… particolari!

Non sono mai stato un fan della musica trap, nè credo mai lo sarò: già riesco davvero a digerire poco il rap italiano, figurarsi questa versione in auto-tune e biasciata del genere. Dark Polo Gang, Sfera Ebbasta, Ghali: tutta gente che non mi sognerei di ascoltare neanche per sbaglio. Eppure…

Eppure, proprio questi tre nomi famigerati sono ultimamente diventati uno dei risultati più visualizzati fra le mie pagine di Youtube, ormai tristemente intasato di video consigliati di altre mer(d)avigliose canzoni trap. Questo perché la mia ricerca era più che altro legata a questo ragazzo, chiamato sul TuboGab Loter”, che con lo pseudonimo (fantastico) di “The André” realizza da un po’ di tempo a questa parte delle cover dei brani trap più famosi di questi artisti, ma con lo stile e i toni del sempiterno e mai troppo osannato Fabrizio De André. Ebbene, queste rivisitazioni in stile cantautorale dei vari brani… sono qualcosa di a dir poco spettacolare.

Un connubio che spiazza

Profondamente sbagliato sentire De André cantare frasi del tipo “spanfare la roba”, fare lo spelling della parola S F E R A e pronunciare altre di queste perle di saggezza tibetana? . Senza dubbio. Ma è proprio questo il punto: questo ragazzo, che fa il verso a uno dei più importanti cantautori italiani di sempre, riesce a emulare il suo stile musicale, la sua parlata e persino il suo atteggiamento quando canta con una naturalezza disarmante. A volte, ascoltando una di queste canzoni, sembra quasi di vivere in un universo parallelo in cui il vero Faber non è ancora morto e adesso si dedica a coverizzare gli artisti nuovi e a mettere questi video su internet. Personalmente, a giudicare dalla personalità di De André e dalla sua invettiva e voglia di sperimentare sempre sound nuovi in ogni album, ce lo avrei visto a fare davvero una roba così malata e malvagia.

(adesso sento gli occhi di odio del nostro #Ippopotamo che mi fissano: dovete sapere che lei conosce e ama De Andrè moooooolto più di me e potrebbe fortemente dissentire dalle mie affermazioni! XD)

Ma la cosa divertente è che The André non è il solo ad aver compiuto questo insano gesto. Una cantante italiana ben più famosa ha deciso da qualche mese di fare la stessa cosa: ha preso una telecamera e ha registrato se stessa suonare al pianoforte le cover di canzoni di artisti trap, mettendole poi anche lei su Youtube. Sto parlando ovviamente di Dolcenera e delle sue versioni di “Sciroppo” di Sfera Ebbasta e di “Caramelle” della Dark Polo Gang. Canzoni che sono la quintessenza del trashume italiano (scegliete voi se in senso positivo o negativo, no comment da parte mia), ma che qui si trasformano in ballate melodiche e dolcissime… il che le rende di per sè quasi tragi-comiche.

Ovviamente non poteva mancare neanche la collaborazione tra lei e The Andrè! “Cupido” di Sfera viene suonata e cantata in duetto, diventando quasi orecchiabile. Se a questo poi si aggiunge l’improvviso “Te voglio bene assai” gridato a caso a metà canzone da entrambi e che spezza ogni parvenza di serietà che la cover potesse avere, il risultato è qualcosa di talmente folle che va provato obbligatoriamente almeno una volta sulla propria pelle…

Un giorno misureremo il tempo dalla comparsa di The André

Tutto questo per dire che cosa? Beh, come ho scritto all’inizio, questo non è un articolo serio. Sono semplicemente le mie considerazioni su un fenomeno fantastico che sta spopolando sul web ormai da mesi . Andava citato, anche solo per la moltitudine di fan che Dolcenera e The André hanno racimolato grazie a questi loro esperimenti: dando una letta ai commenti sotto i loro video si trovano persino una quantità industriale di youtuber più e meno famosi a cantare loro le lodi: da Claudio di Biagio a Marcello Ascani a tanti altri. Anche pagine Facebook come “Hipster Democratici” hanno condiviso ultimamente la nuova cover realizzata da Gab Loter. Chi ha postato la canzone nella pagina, ha tra l’altro scritto scherzosamente “Un giorno si misurerà il tempo partendo da quando è comparso The André”. Ora, non credo andrà proprio così, ma una cosa è certa: questo piccolo grande meme musicale verrà ancora ricordato per un bel pezzo.

Sentire per credere!

 

 

 

 

 

2 Risposte a “Cosa succederebbe se De André si mettesse a fare musica trap?”

  1. ragazzi mi piace molto il vostro sito spero di arrivare ai vs livelli

    1. Siamo ancora agli inizi anche noi!
      Ma grazie comunque per i complimenti, facciamo del nostro meglio! Stay tuned for more!

Lascia un commento